Schermata 2015-04-26 alle 09.35.44.jpg
Schermata 2015-04-26 alle 09.35.44.jpg

press to zoom
Schermata 2015-04-26 alle 09.38.34.jpg
Schermata 2015-04-26 alle 09.38.34.jpg

press to zoom
Schermata 2015-04-26 alle 09.39.45.jpg
Schermata 2015-04-26 alle 09.39.45.jpg

press to zoom
Schermata 2015-04-26 alle 09.35.44.jpg
Schermata 2015-04-26 alle 09.35.44.jpg

press to zoom
1/35

"Da secoli sempre uguale. Da secoli sempre diversa". E' la sintesi con cui Paolo Matta definisce la festa in onore del martire più caro al capoluogo dell'Isola e a cui i cagliaritani in maniera ininterrotta da quasi 360 anni dedicano - accompagnati dai segni di fedeltà che arrivano da tutta l'Isola nelle forme colorate dei costumi della tradizione - pellegrinaggio e preghiera.

 

L'analisi del culto e della devozione, fatta col cuore di chi è nato e cresciuto nei luoghi della fede, è al centro del volume "A...come Alternos. Viaggio nelle lettere di Sant'Efisio" di cui il giornalista di Videolina è autore. Dall'inizio degli anni '80 Paolo Matta commenta per l'emittente televisiva i momenti che scandiscono riti e tradizione.

 

Martedì alle 18 e 30 in piazzetta Sant'Efisio presenterà al pubblico il libro in cui ha trasferito le emozioni - anche contrastanti - di una vita. Non solo le sue. Alla festa di Sant'Efisio guarda anche l'obiettivo del fotografo. Le immagini che arricchiscono la pubblicazione sono di Alessandro Cani. Impaginazione e grafica di Daniele Pani.

 

Estratto dell'articolo di Manuela Arca sull'Unione Sarda del 26 aprile 2015.