ALESSANDRO CANI

P H O T H O G R A P H S

A N D   W O R D S

Alessandro Cani è nato a Cagliari il 20 novembre 1974. Vive e lavora a Cagliari come Vigile del Fuoco.

Si interessa di fotografia dal 2002. Nel 2005 passa alla reflex digitale. Autodidatta, pone al centro di un percorso di ricerca personale la città di Cagliari, documentando con i suoi scatti ogni aspetto cittadino: architettura, storia, natura, società e attualità.



Matura esperienza nel reportage, sia all’interno della professione di Vigile del Fuoco, con la sua partecipazione alle attività del Centro Documentazione Foto e Video, sia seguendo le principali manifestazioni culturali in Sardegna: processioni, sagre, convegni, manifestazioni sportive e spettacoli in genere, collaborando con vari studi grafici e case editrici.

Nel 2007 fonda assieme ad altri fotografi cagliaritani il COLLETTIVO22. Nel 2009 è socio fondatore dell’Associazione fotografica EFFEZERO. All'interno dell'Associazione si occupa del Laboratorio Permanente e del Corso Avanzato di Linguaggio Fotografico (CALF).

Sempre nel 2009 inizia la collaborazione con l’Almanacco di Cagliari.



Dal 2011 è il fotografo ufficiale del Marina Cafè Noir, festival cagliaritano di letterature applicate.



Nel 2012 ha curato il workshop fotografico "Il mio mondo

per immagini" nell'ambito del progetto di arte pubblica

"PICCOLO CAOS SANT'ELIA VIVA!" inserito nel 

programma culturale MONDI POSSIBILI del Comune di

Cagliari

 

Dal 2013 collabora con LIBEROS, rete della filiera del libro per la quale ha seguito il festival letterario diffuso ENTULA. Nello stesso anno collabora con SARDEGNA POSSIBILE, coalizione politica guidata da Michela Murgia nella corsa alle elezioni per la Regione Sardegna

 

Nel 2014 ha partecipato al progetto EURECA curato dall'Agenzia PROSPEKT PHOTOGRAPHERS per la candidatura di Cagliari Capitale europea della Cultura 2019

 

Sempre nel 2014 ha collaborato con le Consulte dei giovani di Riola Sardo e Palmas Arborea nella realizzazione del festival ARTE AL CUBO, in qualità di fotografo e relatore con Massimo Arcangeli, docente di linguistica dell'Università di Cagliari

 

Ha curato per EFFEZERO nel 2014 la mostra collettiva "VILLASOR A MEMORIA" nell'ambito del circuito A_BANDA dell'Associazione SU PALATU di Salvatore Ligios; nel 2010 la collettiva "KARRASEGARE"

 

Nel 2015 ollaborato con Paolo Matta, giornalista e scrittore al libro "A COME ALTERNOS", pubblicato da CENTRO STUDI STAMPACE "ANDREA DEVOTO", sul culto di Sant'Efisio in Sardegna

 

Ha partecipato a workshop e corsi di formazione con Alessandro Toscano (ONOFF), Samuele Pellecchia (PROSPEKT), Alessandro Gandolfi (PARALLELOZERO)